Suiteside Official Web

The Banshee “Your Nice Habits”

ynhfrontwebARTIST: THE BANSHEE
TITLE: “YOUR NICE HABITS”
LABEL: SUITESIDE
PUBLISHER: FRIDGE ITALIA sas
FORMAT: CD
CAT N.: SS015
BARCODE: 8016670327141
OUT: SEPTEMBER 5th 2008 (Italy) – JANUARY 30th 2009 (G/A/S – BENELUX)

 

itunesbutton

 

ssshop

 

 

 

 
Tracklisting: Cut Me Clear / Kicks Up / 3rd / Face / Russia / Electric / Believe the Master / Evening Dress / People Around / Colder Running Time 36′ 07″

CHECK THE BANSHEE PAGE FOR BIO AND MEDIA

 

english

After one and a half year of heavy promotion and touring after the release of their first album “Public Talks”, on Feb. 20th, 2008 The Banshee entered Red House Studio in Senigallia (Ancona, Italy) to record their second effort with the production of Luke Smith (ex-Clor, already producer for Shit Disco, To My Boy, Theoretical Girl, frYars). Luke Smith mixed the ten tracks in March in his London home studio. Mastering has been done at Optimum Mastering Ltd in Bristol by Luke and Shawn Joseph.sunset15
“Your Nice Habits” shows the band at its best, with clean songwriting and memorable hooks matching groovy wave beats, electro burst and undeceived lyrics. Music for the masses but also music with substance and depth.

italiaIl secondo album di The Banshee evidenzia uno stile decisamente riconoscibile. Brani urgenti ma meno ingenui, electro da dancefloor dal respiro melodico. Grazie anche alla produzione artistica di un entusiasta e accorto Luke Smith, contattato per il suo passato coi Clor e per i lavori realizzati con To My Boy, Theoretical Girl e Shit Disco, viene fuori un album che è perfetto definire art-punk. Non tanto come definizione di genere, ma a identificare da un lato una sorta di “snobismo”, che porta a volersi distaccare da un’autoindulgenza spesso diffusa tramite una ricerca puntigliosa e critica del suono, della parola, della struttura e delle atmosfere più adatte.
Dall’altro (ma sono le due facce della stessa moneta) la voglia di comunicare senza filtri e fronzoli. “Irony is noise”, e in Your Nice Habits subentra l’auto-ironia – non distaccata ma tagliente – nel riconoscere noi stessi nelle medesime abitudini e comportamenti che ci scopriamo a criticare e irridere negli altri.

Your Nice Habits never really lets up in terms of energy, spunk and verve. BBC Music
I’ll say Klaxons with more balls, Foals with less pretension and These New Puritans but, well, less shit.
Subba-Cultcha (UK)
Grown-up electro-pop, music for the masses but also music with substance and depth, popular music for the
more discerning ear. Toxic Pete (UK)
Ingenious catchy basslines, retro keyboards and a fabulous New-Wave vocal style. Mojophenia (UK)
A joyful noise. Acid ted (UK)
Your Nice Habits is out now, and it’s very good so go buy it. Pigeons and Plane (USA)
Like a college student at 4am with a quart of caffeine circulating his veins. Azltron (USA)
Una scrittura pop matura e un’eccellente cura dei suoni. Rolling Stone
Farebbe sorridere un giovane David Byrne. Incuriosirebbe Tom Verlaine o ingelosirebbe irrimediabilmente Alex
Kapranos. 4/5 XL
Suono potente. Rima facile. Velocità. Bravura a palla. Imperdibili! D – la Repubblica delle Donne
Un gioco di intrecci basato su ritmiche per lo più ipnotiche e incalzanti, melodie azzeccate e atmosfere “calde”. Mucchio
graffiti5Rock elettrico con spiccata propensione alla danza, sezione ritmica che non stacca mai e voce che riconsegna l’orologio agli anni ’80 dei Devo. Bene così. 7 Rumore
Dieci spettinatissime tracce, mai ingenue, sparate alla velocità della luce. 8 Beat Magazine
Non vi farà star fermi un secondo. GQ
Suoni spigolosi ma danzerecci, mood autoironico e tanta energia, perfetta per i dancefloor o su un palco. mtv.it
Un’incredibile compattezza d’assieme ed un ritmo da cardiopalma. Facile credere nei Banshee. 8 Rockerilla
Ben vengano le svisate sintetiche dei New Order, le sincopi sagaci degli XTC, il pessimismo arty di Wire e Gang of Four. 7 Blow Up
Un art punk sbilenco che esalta le loro caratteristiche e ce li fa godere appieno. 7 Rocksound
Da smuovere dancefloor e platee rockeggianti. Pig
Dieci brani veloci e ballabili, con influenze che vanno da Franz Ferdinand a Talking Heads. Rockol
Trenta minuti furenti capeggiati da brani dal’animo pop che si assimilano al primo ascolto. Hot Magazine
Dieci tracce attillate e spigolose su cui si appendono tutti i cori giusti a far muovere le gambe nei dancefloor. Vitaminic
Un cocktail fresco ed eccitante, un piccolo gioiellino di rara sapienza pop. Kronic
L’espressione migliore e più fresca dell’indie di recente generazione. Nerds Attack!
Vuole far ballare, coinvolgere, trascinare. Troublezine
La migliore risposta italiana alla nuova onda indie/new-wave internazionale. Indie-Rock
Un’orgia marziale pilotata da una drag queen. Repulsione ideologica che si trasforma in attrazione magnetica.
MusicbOOm
Un disco capace di sintetizzare quanto di meglio le più recenti tendenze abbiano saputo esprimere negli ultimi 10-15 anni. MusicClub
Trentacinque minuti di anfetamina purissima. 7 Sentireascoltare
Arrivano a bucarti il cervello senza abbassare il livello dei propositi. Liverock
Passione, creatività, fantasia, capacità di divertire e coinvolgere. Storia della Musica

Leave a Comment »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: