Suiteside Official Web

Gazebo Penguins

gpjump1GAZEBO PENGUINS

Gabriele Malavasi – voce, chitarra, qualche tastiera
Andrea Sologni – voce, basso, qualche tastiera
Pietro Cottafavi – batteria

 

 

 

Prendere un igloo, tre paia di occhiali, il giusto di nerd’s style e una manciata di hardcore, anzi – come dicono i Galli un
sospetto di hardcore, che della sua presenza devi solo dubitare. Leggasi: una nuance.
I pinguini (che sono nati a Correggio, e ora si dividono tra Correggio e Zocca) convivono da tre anni esatti al momento della lettura di questa biografia; di loro circola Penguinvasion, il primo ep di 8 brevi brani che ha riscosso 8 recensioni
entusiastiche su 10 uscite, 1 di ampio gradimento ma senza polluzione e 1 senza infamia nè lode.
Tra le fila dei Pinguini c’è stato chi ha collaborato al primo disco dei My Awesome Mixtape e relativo tour, chi lavora da 5 anni con i Giardini di Mirò, chi si ocupa di HateTV, chi suona con gli Irma Vep e chi è appena diventato papà di una bambina di nome Ester.
La sala prove dei Gazebo Penguins di tanto in tanto si trasforma nell’ iGloo, un inedito e agreste locale da cui sono
transitate alcune delle migliori band italiane ( http://www.igloomusic.blogspot.com)
Ad Aprile 2009 vede la luce ” The name is not the named”, secondo ponderato lavoro del trio: 11 canzoni d’amore,
d’epistemologia e di buone pratiche sociali.3387348774_7918d5e0f7_b
Il titolo del disco deriva da una frase del conte polacco Korzybski, quando scriveva: “La mappa non è il territorio, il nome non è la cosa designata dal nome, la descrizione non è la cosa descritta”.
Il disco dei Gazebo Penguins non è i Gazebo Penguins. Se The name is not the named fosse una cartina geografica ci si troverebbero disordinatamente affastellati molti distorsori, resti di post punk dispari e scaleno, una vecchia stalla persa nella campagna correggese, del buon vino invecchiato in botti di rovere, dei volumi decisamente troppo alti, e qualche pagina di Borges.
Ma questa è già una descrizione (e probabilmente pure una finzione); e la descrizione – si sa – non è la cosa descritta.
Il disco è stato registrato dal vivo e mixato sotto la stretta sorveglianza di Bruno Germano (Settlefish) al Vacuum Studio di Bologna, e poi masterizzato a Chicago da Carl Saff.
Vi hanno partecipato alcuni amici: Paolo Torreggiani (My Awesome Mixtape), Jonathan Clancy (A Classic Education,
Settlefish), Giulio Bursi (The Death of Anna Karina), Bruno Germano ed Emilio Torreggiani (Settlefish).

Releases

gazebofronthigh

ARTIST: GAZEBO PENGUINS
TITLE: “THE NAME IS NOT THE NAMED”
LABEL: SUITESIDE DRIVE
FORMAT: CD
CAT N.: SSD009
OUT: APRIL 17th, 2009

GO TO THE NAME IS NOT THE NAMED PAGE

 

Official
My Space

Leave a Comment »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: