Suiteside Official Web

Lo-fi Sucks! “Temporary Burn-out”

lfscoverweb

LO-FI SUCKS!
“TEMPORARY BURN-OUT”
FORMAT: CD DIGIPACK
CAT N.: SS004
BARCODE: 8024365600424
OUT: FEBRUARY 2002
PRICE: 8,00 €

 

ssshop

 

 

 

Tracklisting: Disappeared 2 / 67-73 / All Beautiful Angels / But I Feel Fine Thank You / Disappeared / (…Pool?) / Drop-Outs Bus / He Played Steve Shelley’s Kit / Me And Nick Drake / Little Wonder’s Lost / No Place Like Home / (Declaration of Indiependence pt. 2

english

Temporary Burn-Out is the fourth full-lenght record from LFS. The band, hailing from Genova, Italy, has moved to a brand new creative phase, swapping classic “mid-fi” with warm electronic interferences and undisguised sweetness.
New tracks have been imagined and composed by Buzzi and Doc, founding members of LFS, who then recorded them with MadtP, responsible for loops/samples and for the acoustic tastes of instruments like organ and xylophone.

italia

Temporary burn-out, è stato salutato all’unanimità come una fra le più complete e affascinanti uscite del 2002. Ai genovesi LFS! va il merito di aver saputo intrecciare la dimensione introversa di nomi come Bedhead, American Analog Set, Nick Drake a inattese deviazioni acide e rumoriste (Velvet Underground, Sonic Youth), senza mai tradire l’istintiva propensione verso un pop straniato e non di maniera, e mantenendo sempre il gusto per il non prevedibile.
lfsleedsA Buzzi e Doc, i due componenti storici dei LFS!, si sono affiancati dapprima, a fine ’99, MadtP, responsabile di colorazioni acustiche (xilofono, organo) ed elettroniche, e poi, nell’estate 2002, la batteria e l’accordion di Mauro Costagli (Morose, Ouzel rec.).
Con questa formazione a quattro i LFS hanno affrontato più di 40 date in poco più di un anno in giro per l’Italia, con una “puntata” in Inghilterra per un applaudito tour.

Lo-Fi’s record has very much its own style and sound – experimental, vibrant and angular. Careless Talk (UK)
This fourth long-player by Italian trio Lo-Fi Sucks! is a thing of sparky imagination and beguiling tension. Comes with a Smile (UK)
LFS deliver a record intense with moody lyricism and bold musical arrangements. It’s stark and exceptionally sincere. Fans of The For Carnation, Arab Strap and The Notwist will worship it. Do Something Pretty (UK)
Temporary Burnout is full of lovely, quiet and somewhat melancholic numbers. They somehow managed to find a compromise between twee and pretty damn serious (not to say, sophisticated). 4/5 Drowned in Sound (UK)
Lo-fi sucks! understood the art to incorporate smooth melodies in not everyday noisy songs which make a perfect bridge between the guitar bands from end eighties early nineteen’s and the nowadays experimental drift with repetitive melodies, samples and pop. L’entrepot (Belgium)
I liguri Lo-fi sucks! portano alla definitiva soluzione un suono nato da ripetuti ascolti di Pavement e Yo La Tengo, Sonic Youth e Nick Drake. Rumore (It)
Fluttuare tra i dilatati suoni di Temporary Burn-Out è un’emozione a cui nessuno dovrebbe rinunciare. 4/5
Rockstar (It)
Gusto sopraffino, cultura e intelligenza. Musica! di Repubblica (It)
L’abilità dei Lo-fi sucks! sta nel non rinunciare mai ai propri tratti distintivi e, al contempo, nel modificare costantemente la propria formula sonora, con un gusto e uno stile ormai inconfondibili. Non mancate il contatto con questa ennesima prova di bravura e personalità firmata da una delle più intriganti formazioni del nostro underground. Rockerilla (It)
Opera davvero riuscita e pressoché definitiva nella maturazione artistica del trio. Notevole. 8
Blow Up (It)
Fra pop, suggestioni post e lievi sferzate psichedeliche, i Nostri hanno saputo conquistare un ruolo di primo piano nella scena nostrana. Agli altri il non facile compito di fare di meglio. Mucchio (It)
Doc e compagni continuano il loro mirabile viaggio in un caleidoscopio psichedelico di sensazioni ed emozioni, attraverso melodie intimiste e sghembe, nate per ammaliare e stupire…per quanto si possa cercare paragoni, non si riuscirebbe a rendere giustizia. 4/5 Rocksound (It)
Un disco da analizzare, godere, conservare. Un burn-out che gioca sulle contraddizioni umorali, con l’irrequietezza autunnale dei tempi dispari. Voto 4/5 MusicbOOm (It)
Qui dentro tutto ci sembra molto bello…Avvicinatevi senza remore a quest’opera: rimarrete stupiti di cotanta raffinatezza. Rock It (It)
Sussulti rumorosi, melodie grezze e destrutturate, schizzi acidi e violenti…un’affascinante confidenzialità sempre messa a rischio da improvvise schegge nevrotiche e ruvide…e quando i due opposti si toccano le emozioni sono diffuse generosamente. 4/5 Suburbia (It)
I LFS sembrano aver trovato gli stimoli giusti per incidere un lavoro che rappresenti a pieno le loro potenzialità. Freak Out (It)
Si sta parlando di sofisticati articoli sonori ordinati secondo le più raffinate geometrie che il rock americano abbia elaborato negli ultimi vent’anni. Kataweb (It)
Una delle migliori uscite italiane in ambito underground degli ultimi tempi. Ho voglia di essere schietto e dire a tutti che le canzoni di questo disco sono meravigliose, così personali, diverse l’una dall’altra e straripanti di emozioni. I-dbox (It)
Una grande prova di maturità per il rock indie nazionale che si dimostra capace di districarsi tra modelli internazionali senza la paura di osare o l’obbligo morale di alzare la voce per farsi notare. Loser (It)

Advertisements

Leave a Comment »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: